agesci

Zona Venezia/Isole

Basi Scout

Storia della base scout Casera Scarlir

Nel lontano 1961 la Comunita' Rovere/Scolte della quale facevano parte adulti scouts (tra questi vecchi Cavalieri di S. Giorgio) riusci', tra le tante sue iniziative, ad acquistare una base scout. Base che fu' acquistata il 10 giugno 1961 in localita' Falcade Alto (Belluno) denominata "Casa Alpina dello Scout"?. Tale base sempre meno rispondeva alle esigenze dello scoutismo veneziano e fu cosi' che, nell'assemblea di zona del 25 aprile 1979 i capi votarono, a maggioranza dei presenti, di vendere l'immobile ed acquistarne un altro in localita' piu' vicina a Venezia. Da tale decisione si e' provveduto alla vendita della casa di Falcade il 2 luglio 1982 al miglior acquirente e fu con il ricavato, acquistata il 17 dicembre 1982 la Casera Scarlir. Il proprietario di tutta l'operazione non figura la Zona A.G.E.S.C.I. di Venezia, anche se di fatto ne ha fatto l'acquisto, ma bensi' l'ente Conte Mario Di Carpegna. Ente con veste giuridica nato affianco dell'A.S.C.I. prima, e dell'A.G.E.S.C.I. poi, per poter gestire i beni dell'Associazione. Questa operazione ci ha permesso poi, di gestire il nuovo immobile con atto di Comodato.

Come l'abbiamo trovata nel 1982

costruzione1 costruzione2

Nel 1985 iniziarono i lavori di restauro eseguiti da una Ditta coadiuvata da: CAPI SCOUTS, M.A.S.C.I., BRANCA R/S, GENITORI e con piccoli interventi anche dalla branca G/E e dalla branca L/C

1987

costruzione3

nel 1988 si videro i primi risultati significativi

costruzione4 costruzione5 costruzione6

Il 20 maggio 1990 venne fatta l'inaugurazione, parteciparono 350/400 persone fra genitori, scouts e autorita' .

L'articolo comparso sul giornale per l'inaugurazione della casa

20 Maggio 2000

Sono ormai trascorsi 10 anni e l'obbiettivo di creare spazi e occasioni, per l'attivita' Scout e non, e' riuscito in pieno: finora 6.000 giovani hanno usufruito della nostra base con: campi scuola, campi di reparto, vacanze di branco, momenti di ritiro spirituale e preghiera, week-end e campi mobili.

L'articolo comparso sul giornale per il decimo anniversario della casa